Archivi categoria: audio e video

A Radio Blackout il racconto di un ex detenuto

Violenze, prevaricazione, assenza di assistenza medica, uso spropositato di calmanti, condizioni igieniche precarie e cibo avariato. Questo, e molto altro, è la quotidianità all’interno del CPR di Torino. Lo ha ribadito, dopo i tanti racconti emersi negli anni, un ex detenuto del Centro di Permanenza per il Rimpatrio del capoluogo piemontese. Di seguito, il suo racconto ai microfoni di Radio Blackout.

https://radioblackout.org/2022/05/cpr-di-torino-il-racconto-di-un-ex-detenuto/

 

Approfondimento sulle deportazioni su Radio Blackout

Questa mattina, lunedì 25 aprile, un approfondimento sulla questione deportazioni alla mattinata informativa di Radio Blackout

Sono stati letti e commentati Continuano le deportazioni in Tunisia e Di soldi, armi e mappe. Gli strumenti del potere Frontex

ed è stato rilanciato il presidio sotto alle mura del CPR di Corso Brunelleschi di questo pomeriggio

Ascolta qui:

 

 

ORS nuovo gestore del CPR di Torino. Approfondimento su Radio Blackout

Podcast dell’approfondimento sul cambio di gestione al CPR di Corso Brunelleschi all’Informazione di Radio Blackout del 23 febbraio 2022: https://radioblackout.org/2022/02/73613/

“Dopo la gestione GEPSA, prolungata di due mesi rispetto alla scadenza di contratto, l’appalto per la gestione del Centro di Permanenza per il Rimpatrio di corso Brunelleschi a Torino è stato aggiudicato, con riserva, in data 10 febbraio 2022 a ORS ITALIA SRL.

La così chiamata “Organisation for Refugee Services”, ha conquistato il parere della Commissione Prefettizia, soddisfacendo i criteri per la valutazione tecnica ed economica.

Ma chi è questa ORS, che ha sbaragliato la concorrenza e sembra avere già una lunga esperienza in Nord Europa e parzialmente in Italia nella gestione dei lager per senza documenti chiamati CPR (o ex CIE)?”

 

Solidarietà a La Molla

Ieri mattina all’alba è stata sgomberata La Molla in via Bersezio 3, occupata alla fine di ottobre.

Un luogo di vita e di lotta che ha ospitato negli scorsi mesi assemblee e iniziative contro i CPR e le frontiere e non solo.

Questo sgombero non è un’eccezione nel panorama cittadino dove ogni giorno susseguono sfratti, retate e arresti.

Non sarà certo un’operazione di polizia a toglierci la necessità e la voglia di lottare contro un mondo insostenibile e invivibile.

Solidarietà alle compagne e ai compagni,

LA LOTTA È PER LA LIBERTÀ

 

di seguito la diretta su Radio Blackout durante il corteo in quartiere ieri sera

AGGIORNAMENTO in radio sul CPR di CORSO BRUNELLESCHI

Martedi 18 Gennaio abbiamo provato a riflettere sulla recente situazione all’interno del CPR di Corso Brunelleschi ai microfoni di Ri-Congiunzioni su Radio Blackout .

Abbiamo discusso del presidio di Sabato scorso e delle motivazioni per le quali si è scelto di concentrarsi sul tema della sanità nella lotta contro la detenzione amministrativa.

Un altro morto nel CPR di Gradisca

E’ di qualche giorno fa la notizia di un altro morto nel CPR di Gradisca D’Isonzo, il terzo in pochi anni dopo Vakhtang Enukidze e Orgest Turia.

Di questa persona, al momento, non si conosce nemmeno il nome; condividiamo di seguito il podcast della trasmissione Silenzio Assordante di Radio Onda Rossa andato in onda ieri con l’approfondimento con una compagna dell’assemblea contro CPR e frontiere

 

Alcune notizie sulla morte di R. ci arrivano da un video pubblicato su facebook da Comitato Lavoratori delle Campagne:

«Due sere fa, un ragazzo tunisino o marocchino è stato con noi in camera, però dopo l’hanno spostato da solo. Quella notte lì lui si è suicidato, hai capito? La mattina ci siamo svegliati e abbiamo chiesto di lui e ci hanno detto che lui stava male e l’avevano portato all’ospedale. Però ci sono altri ragazzi della stanza di fronte a lui che mi hanno detto che lui era morto, l’hanno portato morto già. Loro hanno detto che stava male e per quello l’hanno portato in ospedale, ma non hanno raccontato la verità, hai capito?»

Di seguito, il video completo:

 

Incontro e podcast sulla lotta ai Centri di Detenzione in Europa

da https://actualitedesluttes.info/emission/lutte-contre-les-centres-de-retention-en-europe

Il sistema delle frontiere, delle espulsioni e della detenzione dei migranti senza documenti non è semplicemente una questione che riguarda i singoli Stati ma è sempre più regolato a livello europeo. L’ascesa di Frontex, il finanziamento dei voli charter e dei nuovi centri di detenzione amministrativa (in Francia CRA) con i fondi europei e il perfezionamento degli strumenti di registrazione biometrica delle persone senza documenti sono chiari segni di questa crescente europeizzazione.

Il 2 ottobre 2021, l’assemblea contro i CRA dell’Ile-de-France ha organizzato un incontro pubblico con i compagni che si mobilitano contro i centri di detenzione in Belgio, Germania e Italia. Erano presenti anche altri collettivi francesi anti-CRA, per descrivere la situazione nei diversi paesi e raccontare le lotte che si stanno sviluppando dentro e fuori i centri di detenzione.

ASCOLTA QUI  gran parte degli interventi che hanno avuto luogo a le Marbré, un luogo occupato a Montreuil, registrati da l’actualité des luttes

A seguire c’è stato un aggiornamento antirepressivo e una cena benefit in solidarietà ai/alle compagni/e colpiti dall’Operazione Scintilla a Torino

da: https://paris-luttes.info/02-10-a-19h-a-montreuil-cantine-en-15338?lang=fr

Resoconto corteo contro sgomberi, frontiere e CPR del 6/11/2021

Sabato 6 novembre siamo scesi in strada a Torino con un corteo contro gli sgomberi, le frontiere e i CPR. Di fronte all’ennesimo sgombero in alta valle del rifugio autogestito, abbiamo deciso di partire dal centro città per dare visibilità alla “frontiera”, a quel meccanismo assassino che lo Stato vorrebbe mimetizzare nel silenzio. Sono stati ribaditi con forza i nomi dei responsabili degli sgomberi e dei complici delle deportazioni e dei CPR.

Molti gli interventi al microfono e i cori, accompagnati dall’attacchinaggio di manifesti, scritte e uova di vernice contro le sedi delle banche, delle poste, dell’ASL Città di Torino e della Nuvola Lavazza.

Muscolare e spettacolare dispiegamento di Digos e celere.

 

Ascolta il resoconto del corteo in diretta all’info di https://radioblackout.org/:

Diretta sul Cpr di Torino a Radio Onda Rossa

Venerdì 22 Ottobre 2021

https://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/silenzio-assordante/2021/10/sul-cpr-torino-vista-del-corteo

Alla trasmissione Silenzio Assordante, su Radio Onda Rossa:

“Con chi lotta contro i CPR a Torino raccontiamo la situazione e le novità che riguardano il centro di espulsione di Corso Brunelleschi.
Per aggiornarsi continuamente è possibile consultare il blog nocprtorino.noblogs.org.
Per sabato 6 novembre a Torino è previsto un corteo contro espulsioni, sgomberi e frontiere anche alla luce delle recenti mosse repressive avvenute in frontiera.”